Osservatorio sulla crisi nucleare a gennaio 2015

A Fukushima Daiichi aumentano gli incidenti sul lavoro.
Ultimo aggiornamento: 27 gennaio 2015
SMANTELLAMENTO DI FUKUSHIMA DAIICHI
In seguito alla morte di due operai a Fukushima, Tokyo Electric Power Co (TEPCO) ha annunciato che rafforzerà i programmi di formazione dei lavoratori e metterà a disposizione un edificio per le loro pause di riposo. L’aumento degli incidenti sul lavoro a Fukushima Daiichi sarebbe dovuto all’aumento dei lavoratori inesperti, alla loro mancanza di riposo, e all’intensificarsi delle operazioni di smantellamento.

CONSEGUENZE INDIRETTE DELL’INCIDENTE
Nei quattro anni trascorsi dal disastro nucleare di Fukushima, i bambini hanno trascorso meno tempo all’aperto per il timore delle radiazioni, e nella prefettura di Fukushima è aumentata notevolmente la percentuale di bambini obesi in conseguenza alla diminuzione dell’attività fisica.


RASSEGNA STAMPA
Le principali notizie pubblicate dai media internazionali sulla crisi nucleare di Fukushima:

  • Un bus attraversa la zona di esclusione di Fukushima
    A quattro anni dall’incidente di Fukushima, East Japan Railway Co. (JR East) ha avviato un servizio di trasporto pubblico con una linea di autobus che attraversa per la prima volta la zona di evacuazione vicino alla centrale nucleare Fukushima Daiichi. Il percorso di 46 chilometri collega in un’ora la Stazione Haranomachi a Minami-Soma, con la stazione Tatsuta nella città di Naraha, e attraversa una zona con alti livelli di radiazione, in cui non sarà permesso agli sfollati di tornare a casa, almeno fino al marzo 2017.
    La mattina del 31 gennaio, alla partenza del primo autobus dalla Stazione Haranomachi, il sindaco di Minami-Soma ha offerto un mazzo di fiori al conducente.

    The Asahi Shimbun, 1st bus service starts through Fukushima no-entry zone. Asia & Japan Watch, 31 gennaio 2015.

  • Obesità in aumento tra i bambini di Fukushima
    Nei quattro anni trascorsi dall’incidente nucleare di Fukushima, nella prefettura di Fukushima la percentuale di bambini obesi è quasi raddoppiata rispetto alla media nazionale. La disparità è causata dallo stile di vita adottato in seguito al disastro nucleare, che ha costretto i bambini a stare poco all’aperto per i timori legati all’esposizione alle radiazioni.
    Attualmente la maggior parte delle scuole della regione hanno allentato le restrizioni di giocare fuori, ma molti bambini si sono abituati a stare in casa e hanno perso interesse per l’attività fisica.

    Justin McCurry, Obesity rising among Fukushima children, survey shows. The Guardian, 27 gennaio 2015.

  • Dopo 2 morti a Fukushima, TEPCO migliorerà la formazione del personale
    Il 20 gennaio due operai sono morti in due diversi incidenti avvenuti nelle centrali nucleari di Fukushima Daiichi e Fukushima Daiini.
    Akira Ono, direttore della centrale di Fukushima Daiichi, ha detto che presso la centrale gli incidenti sul lavoro sono in aumento perché l’impianto è entrato nella fase vera e propria di smantellamento, e che molti degli incidenti coinvolgono lavoratori inesperti. Ha detto anche che Tokyo Electric Power Co (TEPCO), il gestore dell’impianto, rafforzerà i programmi di formazione dei lavoratori per evitare ulteriori incidenti.
    Negli ultimi anni, a Fukushima Daiichi c’è stato un aumento del numero di incidenti sul lavoro, sia lievi che gravi. Nel dicembre scorso, per intensificare il lavoro di bonifica della centrale devastata, TEPCO ha raddoppiato il numero di lavoratori, portandoli a 7.000 dai 3.400 dell’anno scorso.

    The Asahi Shimbun, TEPCO to beef up on-site training after 2 deaths at Fukushima plants. Asia & Japan Watch, 21 gennaio 2015.

  • Operaio muore alla centrale nucleare Fukushima Daiichi
    Nell’ultimo di una serie di incidenti sul lavoro alla centrale nucleare Fukushima Daiichi, un operaio è morto dopo essere caduto in un serbatoio d’acqua vuoto.
    Il numero degl’infortuni, esclusi i casi di colpi di calore, è quasi raddoppiato negli ultimi due anni. Nel 2013 gli operai feriti erano 23, mentre tra aprile e novembre del 2014 erano 40.
    La maggior parte della manodopera di Fukushima Daiichi proviene da una vasta rete di imprese delle costruzioni che collaborano con Tepco allo smantellamento dell’impianto devastato. La mancanza di un adeguato riposo rende i lavoratori più vulnerabili ai cali di concentrazione. In risposta a questa preoccupazione Tepco aprirà a marzo uno stabilimento dove potranno riposare e consumare i pasti fino a 1.200 lavoratori.

    Justin McCurry, Worker dies at Fukushima Daiichi nuclear plant. The Guardian, 20 gennaio 2015.

  • PAGINE CORRELATE
    ● Vedi anche la raccolta di notizie e analisi pubblicate dal marzo 2011.


    Creative Commons License
    Except where otherwise noted, this work is licensed under a Creative Commons Attribution-NonCommercial-ShareAlike 3.0 Unported License.

    Annunci

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Notizie (2015), Osservatorio (2015) e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...