Akarui

Fantasmi digitali di Fukushima riappaiono in realtà aumentata a Palermo.

Akarui

Fabrice de Nola, 2013/2014, Akarui. AR e stampa digitale su PVC, cm 90 x 300. Fonte: FdN/Flickr.

Dal 4 aprile al 25 giugno 2014, il Riso, Museo d’Arte contemporanea della Sicilia presenta, negli spazi della Cappella dell’Incoronazione a Palermo, Akarui, opera in realtà aumentata (AR) realizzata da Fabrice de Nola nell’ambito del progetto Backyard World.

Akarui (明るい luminoso) è un’immagine interamente digitale, sia nella sua composizione che nella sua realizzazione come oggetto materiale.
L’opera mette in scena la potenza e la fragilità dell’immaginario culturale e tecnologico, facendo riferimento ad un frammento di realtà ricostruito a partire dai dati riguardanti una scena apparsa su Google Street View e attualmente non più disponibile.
Il quadro mostra – in un mosaico di pixel AR contenente due articoli pubblicati su questo sito (1, 2) – un anziano addetto al traffico, ripreso nel giugno 2013 dalle fotocamere di Google Japan, a poche centinaia di metri dall’ingresso principale della centrale nucleare Fukushima Daiichi.

Più o meno da quando è stata approvata la nuova e severa legge giapponese sul segreto di stato (3), che entrerà in vigore entro la fine del 2014, alcuni dei percorsi di Google Street View intorno a Fukushima Daiichi non sono più raggiungibili, e naturalmente non sono più disponibili le relative immagini.

Attualmente, il punto geografico (4) in cui è stata ripresa l’immagine con l’addetto al traffico, su Street View potrebbe presentarsi come un luogo tutto nero, in cui ci si ritrova d’improvviso quasi senza riferimenti, su una linea che nel buio conduce inspiegabilmente verso un avviso d’indisponibilità.

L’immagine Street View nella posizione 37.417837, 141.021106 non è più disponibile. Fonte: Google Street View.

La fruizione in realtà aumentata dell’opera trasporta il pubblico anche in questo scenario spaesante.

Nel quadro, il buio dell’immagine, con il suo vuoto d’informazione, è rappresentato da un testo apparentemente insignificante, tratto dal codice sorgente della pagina web relativa all’immagine in questione.
Il bianco dello sfondo simboleggia il contesto “radioso” in cui si svolge la scena, luogo dell’incidente nucleare di Fukushima.

Attraverso la ricostruzione simbolica di un’immagine documentaria perduta, l’opera si concentra dunque su una particolare descrizione ufficiale della realtà e sui modi con cui questa stessa realtà viene discretamente mistificata, evolvendosi nell’interazione tra umani, macchine, aziende e istituzioni.
Akarui si muove in una sacca di Internet, in una sorta di limbo. E forse, in Giappone, potrebbe persino trovarsi su un confine sfumato tra legalità e illegalità.


NOTE
1. Fabrice de Nola, Street View nella zona fantasma di Fukushima. Backyard World, 9 settembre 2013.
2. Fabrice de Nola, Futuro radioso. Backyard World, 16 dicembre 2013.
3. Linda Sieg e Kiyoshi Takenaka, Japan enacts strict state secrets law despite protests. Reuters, 6 dicembre 2013.
4. Coordinate: 37.417837, 141.021106, il punto sulla mappa in cui è stata ripresa l’immagine Street View non più disponibile. Google Maps.


ARTICOLI CORRELATI
Museo Riso, Akarui. Scheda tecnica, Mirage.



Tranne dove diversamente indicato, il contenuto di questa pagina è distribuito con Licenza CC-BY-NC-SA 4.0

Annunci

Informazioni su Backyard World

Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
Questa voce è stata pubblicata in Immagini (2014) e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Akarui

  1. Pingback: Osservatorio sulla crisi nucleare a marzo 2014 | Backyard World

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...