Fukushima: le notizie di novembre 2013

Iniziata la rimozione del combustibile dell’edificio 4 di Fukushima Daiichi.

Preparazioni per il recupero del combustibile dell’unità 4 di Fukushima Daiichi, 14 novembre 2013. Fonte: TEPCO.

Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2013
Il 18 novembre Tokyo Electric Power Co (TEPCO), gestore della centrale nucleare devastata di Fukushima Daiichi, ha iniziato i lavori di rimozione delle 1533 barre di combustibile nucleare dalla piscina dell’edificio del reattore numero 4 di Fukushima Daiichi. I lavori dovrebbero durare un anno.


RASSEGNA STAMPA
Le principali notizie pubblicate dai media internazionali sulla crisi nucleare di Fukushima:

  • Il silenzio dei media sull’emergenza di Fukushima
    L’emergenza non è archiviata. Una petizione chiede al Giappone di trattare con maggiore trasparenza la situazione. Intanto, nessuno sa dove siano finiti i “noccioli” di tre reattori e a Fukushima Daiichi, centrale in funzione da oltre 40 anni, ci sono circa undicimila barre di combustibile nucleare.
    Pio d’Emilia, Fukushima, silenzio dei media. Ma le fuoriuscite radioattive proseguono. Il Fatto Quotidiano, 22 novembre 2013.

  • A Fukushima è iniziata la rimozione delle barre di combustibile
    Sono iniziate le operazioni di rimozione del combustibile nucleare della piscina del reattore 4 della della centrale nucleare di Fukushima Daiichi. Nonostante i timori che eventuali errori possano portare al rilascio di radiazioni, secondo l’operatore della centrale i lavori si svolgeranno in sicurezza e dureranno un anno.
    Justin McCurry e Simon Tisdall, Fukushima workers start removing spent fuel rods. The Guardian, 18 novembre 2013.

  • Iniziata la rimozione delle barre di combustibile di Fukushima

    Le due gru nella struttura costruita intorno all’edificio reattore 4, 25 settembre 2013. Fonte: TEPCO.

    Alla centrale nucleare di Fukushima sono iniziati i lavori per rimuovere gli elementi di combustibile nucleare dalla piscina di stoccaggio dell’edificio del reattore 4.
    Secondo gli esperti, le esplosioni di idrogeno seguite al terremoto e allo tsunami del marzo 2011 hanno reso l’edificio del reattore 4 vulnerabile ad ulteriori forti scosse di terremoto. La delicata operazione è considerata dunque una delle prime tappe necessarie a stabilizzare il sito nucleare devastato. Per rimuovere i primi 22 elementi di combustibile ci vorranno circa due giorni. La rimozione delle circa 1.500 barre rimanenti richiederà un anno di lavoro.
    Gli elementi di combustibile sono barre lunghe quattro metri contenenti tubi con pellet di uranio. La paura è che alcune delle barre siano state danneggiate dal disastro.

    Japan’s Fukushima nuclear plant begins fuel rod removal. BBC News, 18 novembre 2013.

  • Tre barre di combustibile di Fukushima danneggiate prima dell’incidente
    Tre delle 1533 barre di combustibile nucleare che devono essere rimosse dalla piscina del reattore 4 di Fukushima Daiichi sono state danneggiate prima del disastro che ha devastato la centrale nel marzo 2011. TEPCO ha reso noto che una delle barre è stata piegata durante il trasfrimento nella piscina nel 1982, altre due sono state danneggiate nel 2010.
    La rimozione delle 400 tonnellate di combustibile è un’operazione estremamente delicata, pericolosa e senza precedenti. Ogni barra contiene l’equivalente di radiazioni pari a circa 10 volte quelle della bomba atomica sganciata su Hiroshima nel 1945.
    Avere a che fare con barre di combustibile danneggiate rischia di rendere la rimozione più difficile e potrebbe allungare i tempi previsti (12 mesi) per completare i lavori.

    Aaron Sheldrick, Some spent fuel rods at Fukushima were damaged before 2011 disaster. Reuters, 14 novembre 2013.

  • Confermate le perdite d’acqua dal vaso di contenimento del reattore n°1

    Perdita d’acqua dal contenimento del reattore 1 di Fukushima Daiichi, 13 novembre 2013. Fonte: TEPCO.

    Una telecamera installata su un dispositivo telecomandato ha registrato la prima prova diretta di una perdita d’acqua dal vaso di contenimento del reattore 1 della centrale nucleare di Fukushima Daiichi.
    Asahi Shimbun, Photo confirms water leaks from Fukushima reactor containment vessel. Asia & Japan Watch, 14 novembre 2013.

  • Nuovo record di radioattività in un pozzo di Fukushima Daiichi
    710.000 becquerel al litro è il nuovo livello record di radiazioni registrato alla centrale nucleare Fukushima Daiichi. L’emissione di radiazioni beta, emessa da sostanze tra cui stronzio radioattivo, è stata rilevata nell’acqua di un pozzo dell’impianto devastato.
    Asahi Shimbun, Record radioactivity level found at Fukushima plant well. Asia & Japan Watch, 12 novembre 2013.

  • PAGINE CORRELATE
    Osservatorio sulla crisi nucleare a novembre 2013.
    ● Vedi anche la raccolta di notizie e analisi pubblicate dal marzo 2011.



    This material is Open Content

    Creative Commons License
    Tranne dove diversamente indicato, questa pagina è disponibile con licenza Creative Commons Attribuzione-Condividi allo stesso modo 3.0.

    Annunci

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Notizie (2013) e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...