Osservatorio sulla crisi nucleare a novembre 2013

La rimozione del combustibile nucleare dalla piscina del reattore numero 4 di Fukushima Daiichi potrebbe durare più dei 12 mesi previsti.

La piscina del combustibile nucleare del reattore 4 di Fukushima Daiichi, 15 novembre 2013. Fonte: TEPCO.

Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2013
Rimozione del combustibile del reattore 4
Alla centrale nucleare Fukuahima Daiichi sono iniziate le operazioni di rimozione del combustibile nucleare dalla piscina dell’edificio del reattore numero 4. I lavori dovrebbero durare un anno.
La rimozione delle 1533 barre di combustibile (400 tonnellate) è un’operazione estremamente delicata, pericolosa e senza precedenti. Ogni barra contiene l’equivalente di radiazioni pari a circa 10 volte quelle della bomba atomica sganciata su Hiroshima nel 1945.
Tre delle barre di combustibile erano state danneggiate prima dell’incidente nucleare del marzo 2011. Altre barre potrebbero essere state danneggiate durante l’incidente. La presenza di barre danneggiate rischia di rendere l’opera di rimozione più difficile e potrebbe allungare i tempi previsti per completare la rimozione.

Secondo le stime più ottimiste, il completamento dei lavori di smantellamento generale della centrale nucleare richiederà dai 30 ai 40 anni.

Contaminazione
Da due diversi studi governativi condotti tra il 2011 e il 2013 in alcune foreste di aghifoglie situate tra 60 e 120 km a nord della centrale nucleare di Fukushima, risulta che il cesio radioattivo nel suolo continua ad aumentare per via dell’accumulo delle foglie contaminate che cadono a terra e si decompongono.

Secondo uno studio condotto dall’Istituto di ricerche metereologiche del Giappone (MRI-JMA), le sostanze radioattive emesse in mare dalla centrale nucleare Fukushima Daiichi si diluiscono a livelli trascurabili nell’Oceano Pacifico, ma il mare in prossimità della centrale rimane un problema.


RASSEGNA STAMPA
Articoli, analisi, approfondimenti e commenti degli osservatori internazionali:

  • Il premier giapponese prepara una legge sul segreto di Stato
    Se la norma verrà approvata chi diffonderà informazioni considerate lesive della “sicurezza nazionale e dei cittadini” potrà essere condannato a 5 anni di carcere. Il rischio è che il governo voglia nascondere verità scomode su Fukushima. Gli oppositori: “Minate le fondamenta della democrazia”.
    Marco Zappa, Giappone, il premier Abe prepara una legge per proteggere i segreti di Stato. Il Fatto Quotidiano, 21 novembre 2013.

  • Iniziata la rimozione del combustibile nucleare di Fukushima

    La struttura costruita intorno all’edificio del reattore 4 per rimuovere il combustibile, 29 maggio 2013. Fonte: TEPCO.

    TEPCO ha iniziato la rimozione del combustibile nucleare dall’edificio del reattore 4 della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, segnando una nuova tappa nel processo di disattivazione della centrale, che durerà decenni.
    La piscina del reattore 4 contiene 1533 elementi di combustibile nucleare. Gli elementi di combustibile verranno sollevati uno alla volta e posti in una botte che può contenere 22 elementi. Il contenitore verrà quindi trasportato in un’altra piscina della centrale.
    Al momento del terremoto e tsunami del marzo 2011, il reattore numero 4 era stato chiuso per regolari ispezioni, e tutto il suo carburante era nella piscina di stoccaggio. L’edificio del reattore fu devastato da una esplosione di idrogeno.
    Tutti gli elementi di combustibile dovrebbero essere rimossi entro dicembre 2014. Il completamento dei lavori di smantellamento generale della centrale nucleare richiederà dai 30 ai 40 anni.

    Asahi Shimbun, TEPCO begins removing nuclear fuel at Fukushima plant. Asia & Japan Watch, 18 novembre 2013.

  • Le radiazioni di Fukushima si diluiscono nel Pacifico

    La centrale nucleare Fukushima Daiichi vista dal mare, 7 novembre 2013. Fonte: AIEA, Flickr.

    Secondo Michio Aoyama, ricercatore capo presso l’Istituto di ricerche metereologiche del Giappone (MRI-JMA), le sostanze radioattive emesse in mare dalla centrale nucleare Fukushima Daiichi si diluiscono a livelli trascurabili nell’Oceano Pacifico, ma il mare in prossimità dell’impianto devastato rimane un problema.
    Il ricercatore ha riferito le conclusioni del suo studio sulla circolazione delle sostanze radioattive rilasciate in mare, al Forum scientifico dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) a Vienna, nel settembre scorso.

    Asahi Shimbun, POINT OF VIEW/ Michio Aoyama: Fukushima radiation circulating but diluting in Pacific. Asia & Japan Watch, 18 novembre 2013.

  • Il livello di cesio nel suolo delle foreste di Miyagi è in crescita
    Tra il giugno 2012 e il giugno 2013, il cesio radioattivo nel suolo di due foreste di cedri situate tra 60 km e 120 km a nord della centrale nucleare Fukushima Daiichi, è aumentato in modo consistente per via dell’accumulo delle foglie contaminate che cadono a terra e si decompongono.
    Secondo uno studio condotto dal governo della prefettura di Miyagi, nel giugno 2012 nella foresta di Marumori, più vicina alla centrale nucleare danneggiata, il livello medio di cesio in 10 campioni di foglie cadute era di 26.684 becquerel per chilogrammo; il livello di cesio è salito a 42.759 becquerel nel giugno 2013. A 10 cm di profondità nel suolo della foresta il livello di radioattività è aumentato da 721 a 3.225 becquerel. In una foresta a Ishinomaki, più lontana dalla centrale, il livello di radioattività tra le foglie cadute è aumentato di circa il 50 per cento, mentre nel suolo è cresciuto di due volte e mezzo.
    I risultati dell’indagine differiscono da uno studio condotto dall’Agenzia forestale tra il 2011 e il 2012 in tre comuni nella prefettura di Fukushima, dove i livelli di cesio aumentavano nel suolo, ma diminuivano nel fogliame caduto.

    Kyodo, Radioactive cesium levels in Miyagi forest soil up since 2011. The Japan Times, 16 novembre 2013.

  • Barre di combustibile di Fukushima danneggiate prima del disastro
    Tre delle 1533 barre di combustibile nucleare che devono essere rimosse dalla piscina del reattore 4 di Fukushima Daiichi sono state danneggiate prima del disastro che ha devastato la centrale nel marzo 2011. TEPCO, il gestore dell’impianto, ha reso noto che una delle barre è stata piegata durante il trasfrimento nella piscina nel 1982, altre due sono state danneggiate nel 2010.
    La rimozione delle 400 tonnellate di combustibile è un’operazione estremamente delicata, pericolosa e senza precedenti. Ogni barra contiene l’equivalente di radiazioni pari a circa 10 volte quelle della bomba atomica sganciata su Hiroshima nel 1945.
    Avere a che fare con barre di combustibile danneggiate rischia di rendere il compito più difficile e potrebbe allungare i tempi previsti (12 mesi) per completare la rimozione.

    Aaron Sheldrick, Some spent fuel rods at Fukushima were damaged before 2011 disaster. Reuters, 14 novembre 2013.

  • Rimuovere TEPCO prima di rimuovere il combustibile nucleare

    L’ingegnere nucleare Arnie Gundersen dice che TEPCO, il gestore dell’impianto nucleare di Fukushima, deve essere rimossa dal ruolo di organizzazione che sovrintende alla bonifica del sito nucleare prima che inizino le operazioni di rimozione delle barre di combustibile dell’unità 4 della centrale devastata.
    Secondo l’esperto, oltre a mancare di trasparenza, l’azienda non si è mostrata all’altezza di gestire la grave situazione di Fukushima.

    Arnie Gundersen, Remove TEPCO Before Removing Fuel. Fairewinds, 14 novembre 2013.


  • PAGINE CORRELATE
    Le notizie sulla crisi nucleare a novembre 2013.
    ● Vedi anche la raccolta di analisi e notizie pubblicate dal marzo 2011.



    This material is Open Content

    Creative Commons License
    Except where otherwise noted, this work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.

    Annunci

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Osservatorio (2013) e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...