Osservatorio sulla crisi nucleare a gennaio 2012

Il 2011 è stato uno spartiacque per l’energia nucleare.

Rilevamenti dell'inquinamento radioattivo dei fondali (mere, fiumi, laghi) del Giappone. A destra nel
cerchio l'area di 20 km intorno alla centrale di Fukushima, in basso a sinistra la baia di Tokyo
. Fonte: NHK.

Gli articoli pubblicati in questo inizio di nuovo anno analizzano gli effetti della crisi nucleare durante il 2011 e fanno il punto della situazione generale, sia in Giappone che altrove. Secondo il Bullettin of the Atomic Scietists il 2011 è stato uno spartiacque per l’energia nucleare e nel 2012 qualcosa cambierà.

Il 15 gennaio, alla Global Conference for a Nuclear Power Free World, Kenji Eda ha detto che “L’incidente di Fukushima ha fatto a pezzi tre miti sull’energia nucleare: primo, che è sicura; secondo, che contribuisce alla nostra fornitura di elettricità; e terzo, che è economica”.
Nello stesso giorno la tv pubblica giapponese NHK ha mandato in onda un documentario sulla contaminazione del mare, di cui pubblichiamo una recensione su Backyard World.


Analisi e commenti degli osservatori internazionali:

  • Energia nucleare 2011: un anno spartiacque
    Il 2011 è stato uno spartiacque per l’energia nucleare. Anche se la sua portata è ancora da stabilire, l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima Daiichi avrà un impatto che cambierà il futuro dell’energia nucleare. Mark Hibbs, sul Bollettino degli Scienziati Atomici, riflette sul 2011 e mette in evidenza le possibili direzioni per il 2012.
    Mark Hibbs, Nuclear energy 2011: A watershed year. The Bullettin of the Atomic Scietists, gennaio 2012.

  • La contaminazione del mare
    Gli effetti inaspettati emersi dai risultati di alcune nuove indagini indicano che l’inquinamento radioattivo del mare non segue un semplice processo di diluzione.
    backyard World, 21 gen. 2012.

  • Il sostegno convinto dell’energia nucleare non sembra duraturo
    Un nuovo sondaggio nel Regno Unito mostra una crescita del sostegno pubblico alla sostituzione dei vecchi impianti nucleari, anche se alcuni cittadini sono molto meno convinti di altri.
    Damian Carrington, Dip in nuclear power support after Fukushima proves shortlived. The Guardian, 18 gen. 2012.

  • Conferenza per l’uscita dal nucleare
    Alla Global Conference for a Nuclear Power Free World, Kenji Eda ha detto che “L’incidente di Fukushima ha fatto a pezzi tre miti sull’energia nucleare: primo, che è sicura; secondo, che contribuisce alla nostra fornitura di elettricità; e terzo, che è economica”.
    Sophie Knight e Louis Templado, POWER TO THE PEOPLE: Conference calls for quick exit from nuclear power. Asahi Japan Watch, 15 gen. 2012.

  • Notizie sconosciute sulla contaminazione radioattiva del mare

    I risultati delle indagini condotte per diversi mesi da un gruppo di ricercatori indipendenti nel mare, in un lago di montagna, in due fiumi e nella baia di Tokyo, sono raccontati in Notizie sconosciute sulla contaminazione radioattiva del mare, un documentario speciale della televisione pubblica giapponese NHK.
    知られざる放射能汚染~海からの緊急報告. NHK, 15 gennaio 2012 (49 minuti, in giapponese).

  • I tedeschi si oppongono ai nuovi impianti dei vicini
    Come è noto, dopo il disastro atomico della scorsa primavera in Giappone, la Germania ha deciso di eliminare gradualmente le proprie centrali nucleari. Adesso però, vedendo che i paesi limitrofi, tra cui i Paesi Bassi e la Polonia, progettano la costruzione di nuove centrali nucleari, nel paese sta crescendo lo scetticismo.
    Aaron Wiener, Germans Oppose New Plants Next Door. Spiegel International, 13 gen. 2012.

  • La scatola nera di Fukushima
    La pericolosa mancanza di urgenza nel trarre insegnamenti dal disastro nucleare del Giappone.
    The Fukushima black box. The Economist, 5 gennaio 2012.

  • Pagine correlate:
    Le notizie sulla crisi nucleare a gennaio 2012.
    ● Vedi anche la raccolta di analisi e notizie pubblicate nel 2011 e 2012.



    This material is Open Content

    Creative Commons License
    Except where otherwise noted, this work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.

    Annunci

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Osservatorio (2012) e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...