Osservatorio sulla crisi nucleare a settembre 2011

Questo mese il Bullettin of the Atomic Scientists pubblica un numero speciale sulla crisi di Fukushima.

Vista sull’edificio del reattore 3, Fukushima Daiichi, 12 settembre 2011. Fonte: TEPCO.

L’ex primo ministro giapponese Naoto Kan ha detto che nei primi giorni della crisi nucleare TEPCO, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, aveva preso in considerazione di abbandonare l’impianto. Secondo Greenpeace la verità comincia ad affiorare.
Questo mese il Bullettin of the Atomic Scientists pubblica un numero speciale della rivista interamente dedicato alla crisi nucleare di Fukushima.


Analisi, commenti e articoli degli osservatori internazionali:

  • L’opinion publique européenne et le nucléaire après Fukushima
    L’incidente nucleare di Fukushima è una tappa importante nella storia del nucleare civile e nel dibattito sui rischi connessi a questa tecnologia. Quali sono state le conseguenze sull’opinione dei cittadini dei principali paesi europei?
    Laure Bonneval e Cécile Lacroix-Lanoë, Fondation Jean Jaures, 27 settembre 2011.

  • Fukushima: où en est la menace radioactive?
    La situazione attuale della minaccia radioattiva della centrale di Fukushima.
    Sylvestre Huet, Liberation, 26 settembre 2011.

  • Fukushima Workers Risk Radiation to Feed Families
    TEPCO, il gestore della centrale nucleare di Fukushima, fa affidamento sui lavoratori temporanei per riportare i reattori sotto controllo. Per i rischi a cui si espongono, questi uomini sono stati definiti degli eroi. Molti di loro dicono di fare questo lavoro per poter mantenere le proprie famiglie. Lo Spiegel ha incontrato questi eroi non celebrati.
    Cordula Meyer, Der Spiegel, 21 settembre 2011.

  • A time of catastrophe, a time for education
    L’editore del Bulletin introduce il numero speciale della rivista (settembre/ottobre), dedicato alla crisi di Fukushima.
    Mindy Kay Bricker, Bulletin of the Atomic Scientists, 19 settembre 2011.

  • What price safe and secure nuclear power?
    Quali sono le premesse per una industria nucleare sicura? L’analisi del Guardian.
    Damian Carrington, The Guardian, 16 settembre 2011.

  • Nuclear dirty tricks and the consequences of Fukushima
    Di solito, quando si tratta di energia nucleare, ci vuole un pò prima che la verità venga a galla. Sei mesi dopo il catastrofico terremoto e lo tsunami che hanno innescato la crisi della centrale nucleare di Fukushima Daiichi, la verità sta finalmente cominciando a emergere.
    Justin McKeating, Greenpeace, 9 settembre 2011.

  • Kan: non potevo lasciare che TEPCO si ritirasse dal disastro Fukushima
    In questa intervista l’ex primo ministro giapponese Naoto Kan racconta che dopo lo tsunami dell’11 marzo, TEPCO aveva preso in considerazione di abbandonare la centrale di Fukushima.
    Kan: I couldn’t let TEPCO withdraw from Fukushima disaster. Asahi Japan Watch, 6 settembre 2011.

  • Fukushima Unit 3: Steam-Explosion Theory

    L'animazione sovrappone una immagine infrarosso e la pianta dell'edificio n° 3. Fonte: Ian Goddard.

    Ian Goddard analizza l’esplosione dell’edificio n° 3 concludendo che si sarebbe trattato di un’esplosione di vapore nel vaso di contenimento del reattore. L’esplosione avrebbe innescato l’esplosione dell’idrogeno accumulato nell’edificio. Il documento contiene diverse animazioni descrittive e una fotografia agli infrarossi dell’edificio n°3 visto dall’alto.
    Nel mese di aprile l’ingegnere nucleare americano Arnie Gundersen e lo scienziato britannico Christopher Busby, avevano avanzato la teoria secondo cui l’esplosione dell’idrogeno nell’edificio potrebbe avere prodotto anche criticità nelle piscine di combustibile nucleare, provocando un’esplosione nucleare.
    Ian Goddard, 3 settembre 2011.

  • Il fattore umano
    Il dibattito sulla sicurezza dei reattori nucleari nel nuovo mondo post-Fukushima si è spesso concentrato su questioni tecniche, come se i reattori funzionano da soli, ma non bisogna dimenticare il fattore umano.
    Hugh Gusterson, The human element. The Bullettin of the Atomic Scientists, 1 settembre 2011.

  • Pagine correlate:
    Le notizie sulla crisi nucleare a settembre 2011.
    ● Vedi anche la raccolta di analisi e notizie pubblicate nel 2011 e 2012.



    This material is Open Content

    Creative Commons License
    Except where otherwise noted, this work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License

    Annunci

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Osservatorio (2012) e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...