Le notizie di aprile 2011

Il 12 aprile 2011, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) ha stimato complessivamente gli eventi nucleari di Fukushima Daiichi come un incidente di livello 7 sulla Scala internazionale degli eventi nucleari e radiologici (INES).

Scala INES. Fonte: Wikimedia.

Il 12 aprile 2011 l’Agenzia per la sicurezza nucleare e industriale del Giappone (NISA) ha annunciato con un comunicato stampa il livello 7.

Lo stesso giorno la stima è stata confermata ufficialmente dall’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica (AIEA). L’incidente di Fukushima è di livello 7 sulla scala INES: “incidente nucleare catastrofico”.

Finora l’unico incidente nucleare classificato al livello 7 della scala INES era stato quello di Chernobyl nel 1987. Secondo gli esperti, al momento l’incidente di Fukushima ha prodotto un inquinamento radiologico inferiore a quello causato dall’incidente di Chernobyl.


RASSEGNA STAMPA
Le principali notizie pubblicate dai media internazionali sulla crisi nucleare di Fukushima:


  • Il governo giapponese blocca il monitoraggio radiazioni in mare di Greenpeace

    Canale di scarico delle unità 1 e 4 di Fukushima Daiichi, 12 aprile 2011. Fonte: TEPCO.

    Il governo giapponese ha rifiutato di concedere a Greenpeace l’autorizzazione per effettuare il controllo indipendente delle radiazioni delle acque territoriali del paese entro 12 miglia dalla costa di Fukushima, approvando soltanto un programma in mare aperto molto più limitato.
    Comunicato stampa, Greenpeace marine radiation monitoring blocked by Japanese government. Greenpeace, 28 aprile 2011.


  • Droni militari in ricognizione a Fukushima Daiichi

    I danni dell'esplosione del 15 marzo all'edificio del reattore n° 4. Fonte: TEPCO, 15 aprile 2011

    Il drone militare statunitense Honeywell T-Hawk, un velivolo a controllo remoto, è stato utilizzato per esplorare gli edifici dello stabilimento devastato di Fukushima Daiichi.
    Inside the Drone Missions to Fukushima. The Atlantic, 28 aprile 2011.

  • Le zone di evacuazione intorno a Fukushima Daiichi

    Le zone di evacuazione intorno a Fukushima Daiichi. Fonte: Wikimedia.

    I distretti amministrativi compresi nelle zone di esclusione e le aree di evacuazione nel raggio di 20 e 30 km intorno alla centrale di Fukushima, secondo gli ordini del governo del Giappone.

    Towns evacuated around Fukushima on April 11th, 2011. Wikimedia. 23 aprile 2011.


  • Il risarcimento delle vittime del nucleare
    Il consiglio dei ministri giapponese approva un disegno di legge per il risarcimento delle migliaia di persone colpite dal disastro della centrale di Fukushima.
    Florence Looi, Japan to compensate nuclear victims. Al Jazeera, 22 aprile 2011.

  • Il Giappone avrebbe dovuto ammettere prima la portata del disastro nucleare
    La decisione del Giappone di classificare l’incidente di Fukushima al “livello 7” è stata accolta dagli osservatori con commenti secondo cui il governo giapponese non è stato abbastanza aperto sul disastro. I commentatori tedeschi hanno detto che l’incidente avrebbe dovuto essere riclassificato settimane fa.
    David Gordon Smith, ‘Japan Could Have Recognized Scope of Fukushima Disaster Weeks Ago’. Der Spiegel International, 13 aprile 2011.

  • Onde di tsunami più alte di quanto previsto dal gestore di Fukushima Daiichi
    L’11 marzo lo tsunami ha colpito la centrale nucleare Fukushima Daiichi alle 15:27 (41 minuti dopo il terremoto) con due onde che hanno superato la diga di protezione alta 5,7 metri. Le onde hanno raggiunto l’altezza di 15 metri.
    TEPCO details tsunami damage / Waves that hit Fukushima plant exceeded firm’s worst-case projections. The Daily Yomiuri, 11 aprile 2011.

  • Quanto è grave il fallout di Fukushima?
    L’incidente alla centrale nucleare Fukushima Daiichi ha rilasciato una grande quantità di sostanze radioattive in aria e in acqua, sollevando serie di preoccupazioni sui possibili rischi per la salute.
    How bad is the Fukushima fallout? The Daily Yomiuri, 11 aprile 2011.

  • Le città fantasma del Giappone
    Dopo l’incidente alla centrale nucleare di Fukushima, migliaia di persone hanno dovuto abbandonare le loro case nella zona di esclusione. Alcuni ex residenti sono rientrati per raccogliere alcune cose e dire addio alle loro case per sempre.
    Cordula Meyer, A Visit to Japan’s Nuclear Ghost Towns. Der Spiegel International, 11 aprile 2011.

  • Sfidare le radiazioni per un lavoro temporaneo
    Le centrali giapponesi impiegano operai precari e senza formazione. Un rischio per la sicurezza di tutti.
    Questo articolo è stato pubblicato in italiano sul settimanale Internazionale, N. 901 del 10-16 giugno 2011.
    Hiroko Tabuchi, Braving Heat And Radiation For Temp Job. New York Times, 10 aprile 2011.

  • Lo tsunami a Fukushima Daiichi

    Lo tsunami colpisce la centrale nucleare Fukushima Daiichi, 11 marzo 2011. Fonte: TEPCO.

    Dopo quasi un mese, Tokyo Electric Power Co (TEPCO) pubblica le immagini riprese l’11 marzo 2011, quando lo tsunami raggiunge la centrale nucleare Fukushima Daiichi.
    The tsunami which attacked Fukushima Daiichi Nuclear Power Station and main building. TEPCO, 9 aprile 2011.

  • Il primo reportage dalla zona di esclusione
    Il giornalista italiano Pio d’Emilia (di Sky TG24) entra nella zona evacuata e raggiunge la centrale nucleare Fukushima Daiichi. La zona di evacuazione di 20 km è stata stabilita dal governo giapponese il 12 marzo 2011 e successivamente è stata estesa a 30 km intorno alla centrale.
    Queste immagini sono state riprese il 2 aprile 2011. Per quel che ne sappiamo, si tratta del primo reportage giornalistico al mondo dalla zona di esclusione intorno a Fukushima Daiichi.
    Pio d’Emilia, Italian Journalist “touch & go” from Fukushima Nuclear Plant. YouTube, 9 aprile 2011.

  • Reportage dalla zona di evacuazione
    Questo video è stato realizzato il 3 aprile 2011 dal giornalista Tetsuo Jimbo (di videonews.com) all’interno della zona di evacuazione di 20 km intorno alla centrale nucleare Fukushima Daiichi. I livelli di radiazione rilevati dal giornalista sono molto al di là dei limiti di norma. Nell’area abbandonata vagano mandrie di bovini e gruppi di cani abbandonati dai proprietari costretti a raggiungere i rifugi.
    Tetsuo Jimbo, Inside report from evacuation zone. YouTube, 6 aprile 2011 (in giapponese con sottotitoli in inglese).

  • Dalla baia di Fukushima
    Reportage di Pio d’Emilia dalla baia di Fukushima, a 15 km dalla centrale nucleare Fukushima Daiichi.
    Pio d’Emilia, L’inviato di Sky tg24 nella baia di Fukushima. Sky TG24, 2 aprile 2011.

  • PAGINE CORRELATE
    Osservatorio sulla crisi nucleare ad aprile 2011.
    ● Vedi anche la raccolta di notizie e analisi pubblicate nel 2011 e 2012.



    This material is Open Content

    Creative Commons License
    Except where otherwise noted, this work is licensed under a Creative Commons Attribution-ShareAlike 3.0 Unported License.

    Advertisements

    Informazioni su Backyard World

    Backyard World is an art and information architecture project on the Fukushima crisis. The project was started March 17, 2011.
    Questa voce è stata pubblicata in Notizie (2011) e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

    Rispondi

    Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

    Logo WordPress.com

    Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto Twitter

    Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

    Foto di Facebook

    Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

    Google+ photo

    Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

    Connessione a %s...